▾ G11 Media Network: | ChannelCity | ImpresaCity | SecurityOpenLab | GreenCity | Italian Channel Awards | Italian Project Awards | ...
InnovationCity

La Green IT secondo Huawei

Nuove soluzioni per supportare gli operatori globali nell’implementazione di reti semplici, sostenibili, interconnesse e a ridotte emissioni di carbonio.

Transizione ecologica

Durante l’edizione 2023 del Mobile World Congress (MWC) di Barcellona, conclusasi il 3 marzo, Bob He, Presidente della Data Center Facility and Critical Power Product Line di Huawei, ha annunciato un’ampia gamma di soluzioni energetiche di nuova generazione per il settore ICT. Queste nuove soluzioni sono progettate per supportare gli operatori globali nell’implementazione di reti semplici, sostenibili, interconnesse e a ridotte emissioni di carbonio.

Intelligent Site Power, un abilitatore chiave per reti sostenibili e a ridotte emissioni di carbonio

Le soluzioni energetiche tradizionali per i siti di telecomunicazione comportano, in genere, un elevato costo totale di proprietà (TCO) e un impatto significativo sulle emissioni di CO2 della rete. Per supportare gli operatori nell’implementazione di siti più ecologici e nel raggiungimento degli obiettivi di neutralità carbonica, Huawei ha introdotto il concetto di ‘Site Power Low-Carbon Target Network’, che integra l'elettronica di potenza e le tecnologie digitali per dar vita a siti incentrati su tre diversi pilastri: ‘Intelligent Simplicity’, ‘Intelligent Green’, and ‘Intelligent’ Saving’.

Nel dettaglio:

· ‘Intelligent Simplicity’ – Ridimensionando la struttura del sito grazie al passaggio da stanze ad armadi o da armadi a pali, le soluzioni Huawei semplificano l'implementazione del 4G/5G e migliorano l'efficienza energetica del sito (SEE) con valori che oscillano dal 60% al 97%. Ad esempio, la soluzione Blade Power System da 12kW di Huawei può essere montata su pali, riducendo così l'ingombro del sistema da 1 m2 a 0 e richiedendo solo un paio di ore per portare a termine l'installazione. Il sistema utilizza inoltre la dissipazione naturale del calore per raggiungere un'efficienza energetica del 97%.

· ‘Intelligent Green’ – Sfruttando la programmazione intelligente e multienergetica è possibile ridurre il costo livellato dell'energia (LCOE) e aumentare la percentuale di energia green utilizzata dai siti. Ad esempio, la soluzione iSolar 2.0 di Huawei adotta un'architettura di connessione seriale ad alta tensione e prodotti 4-in-1 a energia solare per facilitare l'acquisizione di fonti energetiche green e ridurre i costi di progettazione del 15%. Inoltre, gli ottimizzatori fotovoltaici consentono di ridurre le perdite energetiche causate dalle zone d’ombra aumentando così la produzione di energia pulita del 20%. La sinergia intelligente che combina energia solare e stoccaggio può così consentire di raggiungere un tasso di utilizzo dell'energia sostenibile del 100%.

· ‘Intelligent Saving’ – Le batterie al litio, che fungono sia da fonti di alimentazione di riserva sia da sistemi di accumulo dell’energia (ESS), saranno sempre più utilizzate nei siti di telecomunicazioni. Promettono infatti di accrescere i profitti e ridurre i costi sfruttando nuove applicazioni come lo scaglionamento dei picchi e le centrali elettriche virtuali (VPP). La soluzione Cyclic CloudLi di Huawei, anche nota come 200Ah@5U, assicura un miglioramento del 50% della capacità rispetto alla versione di vecchia generazione, massimizzando così il valore dell'accumulo energetico.

Data center smart, fondamentali per un futuro più sostenibile

I data center sono alla base del mondo digitale, ma consumano notevoli quantità di energia. Pertanto, Huawei ha sviluppato nuove soluzioni di green data center end-to-end per data center di grandi, piccole e medie dimensioni, con l’obiettivo di supportare gli operatori nel raggiungimento dei loro obiettivi di carbon neutrality. In particolare:

· ‘Power System’ – Come soluzione ideale per sistemi di alimentazione nei data center di grandi dimensioni, Huawei PowerPOD 3.0 assicura efficienza energetica, facilità e velocità di gestione, oltre a un ingombro ridotto. Riduce così il numero di armadi da 21 a 10, dimezzando quindi lo spazio necessario. Inoltre, la modalità S-ECO migliora l'efficienza portandola al 98,4% rispetto al 95,4% della vecchia generazione. Grazie all’utilizzo di barre prefabbricate al posto dei cavi, i tempi di consegna si riducono da 2 mesi a 2 settimane. Infine, la funzione intelligente iPower consente la manutenzione predittiva, trasformandola da reattiva in proattiva.

· ‘Cooling System’ – EHU, una soluzione per il raffreddamento evaporativo indiretto, utilizza scambiatori di calore in materiale plastico e ventilatori EC per massimizzare l'uso delle fonti di raffreddamento libere. Permette così di ridurre gli scambi di calore multipli a uno scambio di calore unico, migliorando l'efficienza di raffreddamento. Rispetto alle soluzioni tradizionali ad acqua refrigerata, la soluzione EHU di Huawei raggiunge un'efficacia di utilizzo dell'energia (PUE) pari a 1,15 e un'efficacia di utilizzo dell'acqua (WUE) pari a 0,37 – come è stato dimostrato da un progetto condotto in un data center in Irlanda – e riduce il numero di operazioni e manutenzioni del 60%. Grazie all'utilizzo di un'architettura modulare e prefabbricata, il sistema di raffreddamento integra più componenti in un unico container, riducendo i tempi di consegna del 50%. In futuro, Huawei continuerà a innovare e a collaborare al fianco dei propri partner globali per supportare gli operatori nell’implementazione di reti sempre più sostenibili e a ridotte emissioni di carbonio per accelerare il raggiungimento della carbon neutrality.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di InnovationCity.it iscriviti alla nostra Newsletter Gratuita.

Related news

Ultime Notizie

Var Group: nasce Var Industries per le PMI del manifatturiero

La nuova realtà riunisce l’esperienza di Tech Value, Cadlog Group, PBU e del team Var Group dedicato allo sviluppo software per l’industria manifatturiera;…

MOST Mobility Competition 2024: premiate 15 startup per nuovi progetti…

All'iniziativa hanno partecipato oltre 30 startup con sede in Italia. Di queste, nel corso della giornata sono state proclamate le 15 finaliste, che hanno…

Smart City: nasce Smart Hub Italy, la prima rete italiana di System Integrator

La transizione energetica rappresenta una delle sfide più complesse, non solo per le normative e legislazioni che lo impongono. In questo contesto debutta…

Per attuare la direttiva UE sulle Case Green servono investimenti dagli…

Oltre l’83% degli edifici residenziali italiani è stato costruito prima del 1990 e più della metà (57%) è risalente a prima degli anni ’70. In Italia…

Notizie più lette

Canon Powershot GOLF, primo telemetro laser con fotocamera integrata per…

Con Powershot GOLF, Canon entra nel mondo degli accessori per golfisti. Si tratta di uno strumento all’avanguardia progettato per aiutare i giocatori…

ARTES 4.0 e Università pisane: insieme al Festival Internazionale della…

Dal 24 al 26 maggio 2024 a Pisa ARTES 4.0 presenta attività e servizi per il Trasferimento Tecnologico insieme alle Università pisane nel contesto del…

Superbonus: nei condomini spesa media 600mila euro, totale crediti fiscali…

È quanto segnala il Centro studi di Unimpresa, secondo cui, nel dettaglio, sono 494.406 gli interventi avviati e realizzati a partire dal 2021, con un…

Con RicaricaMi il biglietto ATM diventa ricaricabile

RicaricaMi permette di ricaricare fino a 30 biglietti.. Questi possono essere utilizzati anche sulle tratte ferroviarie di Trenord e sui mezzi di trasporto…

Iscriviti alla nostra newsletter

Join our mailing list to get weekly updates delivered to your inbox.

Iscriviti alla newsletter